Technical Art History

La Collana editoriale Technical Art History

La Technical Art History è una disciplina che unisce l’esperienza di storici dell’arte, restauratori e scienziati in una prospettiva di studio incentrata sulla materialità dell’opera d’arte, ma che si estende anche ad altri ambiti, dalla filologia alla storia economico-sociale e al pensiero filosofico. 

La disciplina si sta affermando anche a livello accademico, al momento maggiormente all’estero rispetto all’Italia. Infatti alcuni master in Technical Art History sono stati attivati all’interno del II ciclo di istruzione universitaria di diversi atenei europei (Glasgow, Amsterdam, Stoccolma e Valencia) mentre in Italia non è inquadrata in ambito storico-artistico ed è stata solo parzialmente inserita nel percorso di formazione dei restauratori (Corso unico di Restauro).

Molti temi sviluppati dalle ricerche tecniche nel campo dei beni culturali meriterebbero un maggiore rilievo e livello di connessione agli studi storico-artistici, mentre il patrimonio di documentazione e rappresentazione delle opere d’arte, nonché la densità di conoscenze che questo patrimonio veicola, si incrementano oltre misura per l’evoluzione delle tecniche diagnostiche, di imaging multispettrale in particolare, e dei contributi della scienza.

Su questi e altri temi la collana intende porre l’attenzione, in stretta correlazione con la ricerca storico-artistica ‘sul campo’ e filologico-documentaria per le fonti tecniche. All’orizzonte è una sponda e un luogo di confronto per quanti, in ogni ambito, conducono una ricerca e una didattica ispirate alla Technical Art History e alimentate dalla contaminazione disciplinare con il mondo della conservazione e delle scienze applicate.

COMITATO SCIENTIFICO DELLA COLLANA
Giorgio Bonsanti, Giorgio Capriotti, Marco Cardinali, Maria Ida Catalano,
Angela Cerasuolo, Sybille Ebert-Schifferer, Maria Clelia Galassi,
Philippe Walter, Andrea Zezza

Menu